AM DEL 28 OTTOBRE

ASCOLTA LA REPLICA-PODCAST DI OGGI >

(oggi: Mario Giordano, shopping tecno-compulsivo, Festival del cinema, Spi CGL)

Il sogno di Benedetta
Questa notte ho fatto un sogno. Trotterello per le viuzze di Roma
appresso a un ometto buffo, con la testa a uovo, enormi baffi neri
impomatati e una bombetta: è il mitico investigatore Hercule Poirot,
creato da Agatha Christie. “Ma cherie amie – mi spiega con sussiego –
avrai l’onore di assistermi in un’indagine delicatissimo sulla lettera
anonima dei pidiellini che chiedono al premier un passo indietro”.
Scajola e Pisanu? Butto lì. “Troppo ovvio” commenta Poirot.
“Cominciamo interrogando premier”. Ma Silvio fa resistenza: “Lei è
francese, se ne vada! è un complotto di Sarkozy!”, “Veramente,
monsieur, sono belga”, precisa piccato Poirot. “Inutile. Bien, usiamo
le celluline grigie: cherchez l’insospettable!” dice Poirot “Le
delfino, Alfano”. Ma quello insinua che l’abbia scritta l’opposizione.
Bersani, a sua volta, non ha dubbi: dev’essere una manovra di Renzi
dalla Leopolda: quel megalomane, adesso, vuole rottamare pure il Pdl.
Poirot si arriccia i baffi. “Bien, tra poco, a Montecitorio, rivelerò
chi ha scritto la lettera”. Ma proprio allora è suonata la sveglia.
Accidenti. Che il colpevole sia, ancora una volta, Alfredo il maggiordomo?

La musica del 28 ottobre

Comments

comments

Discussion Area - Leave a Comment