Le primarie all’Inferno

Caron dimonio, con occhi di bragia,
fe’ il conto deprimente dei dannati
pronti a passare la riva malvagia

Ed erano a milioni, sciaurati.
Al che io mi rivolsi al mio Maestro
“Non sono troppi, o duca, i disperati?

Perché Caronte non mi coglie il destro
e tiene dell’inferno le primarie
scegliendo chi portare poi al capestro?

Vedremmo, credo, cose straordinarie:
chi per salvarsi andrebbe anche da Fazio
e chi sul blog ne scriverebbe varie

Chi resterebbe, pensa un po’ che strazio,
nascosto dietro l’ombra di D’Alema”.
E il mio maestro: “Arde, ti ringrazio,

Del format, presto, tracciami uno schema,
appena fanno un meeting su dal capo
gli spiegherò i vantaggi dello schema

che questo ‘tutti dentro’ è molto sciapo”.

Comments

comments

Discussion Area - Leave a Comment