Natale all’Inferno

E poi che fummo al piè di un colle giunti
o domandai al Maestro, e feci male,
se stava il venticinque coi congiunti:
“Mi chiedi come passerò il Natale”
elli rispuose con grande amarezza
“Io dicerolti: è un guaio colossale.
Beatrice, la regina di dolcezza,
la santa, tra le più sante persone,
mi dice che le dita lei mi spezza
se a casa di papà manco al cenone.
Ma Chiara, più che moglie una megera,
è un mese che marina il capitone.
Due cene, due famiglie in una sera:
questo è il Natale di noi cuori aperti.
Ma sai che poi, alla fine della fiera,
sto qua con Farinata degli Uberti?

1pranzo-natale-meno-50-euro-anteprima-400x300-537781

Comments

comments

Discussion Area - Leave a Comment