A Sergio Mattarella

di Marco Ardemagni   Tanto ritroso e tanto onesto pare quando i concittadini lui saluta, ch’ogne lingua devèn, tremando, muta: pure la sua s’astiene dal parlare.   Egli si va, sentendosi laudare, il popolo un osanna gli tributa, lui non regala neanche una battuta e un cenno fa alla Panda di sgommare.   Mostrasi sì […]