Questa è per te, Amanda

di Marco Ardemagni

 

Noi cantiamo sulle scale

Quella hit eccezionale

Poi torniamo bene o male

Al tran tran abituale.

 

Tu sei più professionale

La tua scelta è radicale:

È un rapporto viscerale

Con il pubblico mondiale.

 

Periscopio esistenziale,

Con costanza maniacale

Quasi un filo coniugale

Sì, però, così non vale.

amanda-oleander

Fiat Lux(embourg)

di Marco Ardemagni

 

Nella foto son felici

lui fa il premier, lei non c’è

son lui e lui: non solo amici,

sposi, i primi della UE.

 

Lui fa il premier, ma lo sposo

è un bravissimo architetto

per qualcuno è scandaloso:

dormon nello stesso letto.

 

Lussemburgo cambiò legge

ci ha pensato lui: Xavier,

il decreto lo protegge

e ora sposa il suo Gauthier.

 

Anche noi ne abbiamo avuti

presidenti omosessuali,

ma eravamo prevenuti

parrucconi, illiberali.

 

E quell’affettività

forse sono un po’ indiscreto,

triste, in clandestinità

si viveva nel segreto.

 

Oggi è in festa il Lussemburgo

per le nozze di gran classe

ma ora spero che il demiurgo

risistemi anche le tasse.

112443552-5b377850-414a-4b7f-b52c-e5a3ac910148

Il Libro (e il suo salone)

di Marco Ardemagni

 

Un libro è una risma di carta

unita da un lato però

cucita, ma non da una sarta,

alcuni li ho letti, altri no.

 

Preciso: una piccola risma

ma non carta bianca così

l’autore che spesso ha carisma

dispone del nero qui e lì.

 

Il libro sta sullo scaffale

ma prega di uscire perché

lì chiuso si sente un po’ male

e vuol fare un giro con te.

 

Tra questi ne ho in mente svariati

che attirano in libreria

e poi non appena comprati

vorresti buttarli già via.

 

Non ha unghie o barba né pelo

Che il libro sia glabro si sa

Così dimmi tu santo cielo

Salone del libro: che fa?

 

Un libro ti salva la vita?

Dipende da dove lo tieni.

Così può arrivarti attutita

la botta sui fianchi o sui reni.

ixed85