E intanto, nel silenzio…

di Marco Ardemagni

 

All’Olimpico, all’Expo,

o alla marcia di Pallanza,

coi clochard dentro al metrò,

o al volante in ambulanza,

 

nelle strade di Nairobi

sullo scoglio a Lampedusa

Gigi, Stefano, la Robi

in Centrale o a Porta Susa:

 

quanti amici danno aiuto

assistenza e protezione!

Nel silenzio più assoluto

mettono a disposizione

 

un miliardo e mezzo di ore

sei milioni di italiani

con passione e con calore

per i poveri o gli anziani

 

i disabili o i malati

per lo sport o la cultura

per i bimbi o gli immigrati

i paesi o la natura.

 

Se leggiamo dello schifo

che in Italia è l’ordinario

è immediato fare il tifo

per l’amico volontario.

 

Il segreto della radio

di Marco Ardemagni

 

Il segreto della radio

non sta chiuso nell’armadio

è più aperto, ma discreto

anzi, sai: non è un segreto.

 

È qualcosa di speciale

condiviso, conviviale

nel fluire vivo e armonico

del ruscello radiofonico

 

La TV hai suoi cultori

il teatro i suoi cantori

dentro ai cinema i pop corn

nella rete c’è youporn

 

Ma alla radio c’è la gente

più carina e intelligente

sia dal lato conduttori

che dal lato ascoltatori

 

Certo trovi sempre il pirla

che non sa proprio capirla

fa la voce da digei

o guaglio’ chi cacchio sei?

 

Ma la radio è un’altra cosa

è sincera, rispettosa

è profonda e divertente

ufficiale e irriverente

 

Tutti a darla sempre morta

quante volte già è risorta

io rispondo al suo richiamo

cara radio, io ti amo!

 

images

Al mio nuovo pezzo di tecnologia

di Marco Ardemagni

 

Tu sei un bel dispositivo

ma io senza stavo bene

la mancanza non sentivo

non soffrivo grosse pene

 

Poi arrivasti sul mercato

con le tue varie funzioni

in un attimo, invasato,

ti comprai, e a scatoloni.

 

Per due mesi o anche tre

ne cavai dei benefici

ne godevo anche se

mi costavi sacrifici.

 

Ma ben presto caro oggetto,

diventasti indispensabile

se eri rotto io poveretto,

mi sentivo un vero inabile.

 

Ora faccio sempre meno

sempre un po’ più dipendente

di congegni ho fatto il pieno

però sono incompetente.